STRADA MANGIANDO
street food e non solo

Agricoltura bio Made in Italy da record

L’emergenza covid è stata fondamentale per la svolta Green e salutista degli italiani, salgono infatti alla cifra record di 3,3 miliardi di euro i consumi domestici di alimenti Bío. Questi dati sono stati comunicati dalla Coldiretti, sulla base di dati Ismea relativi all’anno 2020, che comunica anche positivamente il disegno di legge sull’agricoltura biologica che prevede l’introduzione di un marchio Bío Italiano. La possibilità futura di riconoscere I prodotti di origine nazionale rafforzerà sia il marchio made in Italy che la leadership di settore dell’Italia, che ad oggi è il primo paese europeo per numero di aziende agricole impegnate nel biologico, con il 15,8% della superficie agricola utilizzata a livello nazionale. Le regioni che maggiormente sono attive in questo campo sono nel mezzogiorno, e in particolare sono, al primo posto la Calabria con il 36,4% (terza in superficie con 208mila ettari) dei campi utilizzati, A seguire la Sicilia con il 26% (prima per superficie con 370mila ettari) totale e la Puglia con il 20,7%(seconda con 266mila ettari). Rende ancora più urgente la possibilità di distinguere i veri prodotti biologici made in Italy la crescita dell’invasione di prodotti biologici da paesi extracomunitari. L’importazione ha avuto un incremento circa del 13,1% rispetto all’anno precedente con un totale di ben 200 milioni di chili di cui un terzo dell’Asia, che richiede anche di rafforzare i controlli sui cibi Bío importati che non rispettano gli stessi standard di sicurezza di quelli europei.

Simone Scarso