STRADA MANGIANDO
street food e non solo

Ritorna la Sagra della Vendemmia a Pedalino

Ritorna la Sagra della Vendemmia a Pedalino, quest’anno alla XXXIV edizione, coi suoi sapori tradizionali e il folclore, intrisi di storia e cultura, organizzata dal Centro Socio Culturale Polisportiva Pedalino in collaborazione col Comune, col patrocinio dell’Assessorato regionale all’Agricoltura, della Presidenza dell’Ars, del Libero Consorzio di Ragusa, della Circoscrizione di Pedalino, dell’Avis Comiso e della Parrocchia Maria SS. Del Rosario di Pedalino. L’appuntamento è per questo fine settimana, si inizierà venerdì 30 settembre e si concluderà domenica 2 ottobre.

I particolari del programma sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi in Municipio, presso l’Aula consiliare, dall’assessore al Decentramento e Bilancio Manuela Pepi, l’assessore allo Spettacolo Dante Di Trapani, dal presidente e dal vicepresidente del Centro Socio Culturale Polisportiva Pedalino Salvatore Barone e Gaetano Scollo, presenti il deputato regionale e presidente dei questori all’Ars Giorgio Assenza e, in rappresentanza dell’Avis Comiso, la presidente Lina Vacante e Martina Schembari.

“Dopo un’attesa di due anni dovuta alla pandemia da Covid 19, è ripartita la macchina organizzativa del Centro Socio Culturale Polisportiva Pedalino, per allestire questa edizione della Sagra – ha dichiarato l’assessore Pepi -. È un momento importante per la comunità di Pedalino che si ritrova impegnata nel riproporre un appuntamento così atteso in tutto il territorio provinciale e oltre. La Sagra della Vendemmia, è ricordo, amicizia, socialità, cultura, ed è giusto e sacrosanto che non si disperda una tradizione ormai così consolidata. È per ciò che il Comune di Comiso ha voluto essere presente concretamente in questo evento. Sono certa che sarà l’occasione per trascorrere un piacevole weekend all’insegna della semplicità e dell’allegria”.

“La Sagra della Vendemmia di Pedalino rappresenta un fiore all’occhiello nel panorama di eventi del genere, per questo l’Amministrazione comunale non ha risparmiato sforzi – ha commentato l’assessore Di Trapani -. Si tratta, dell’unica manifestazione ancorata al territorio che resiste. Va, pertanto, tutelata nell’attesa che maturino i tempi perché si possano riproporre altri importanti eventi, in primo luogo il Settembre Kasmeneo. La Sagra della Vendemmia propone un cartellone ricco di eventi: svago, tradizione, musica e quant’altro serve a tuffarsi nella magica atmosfera di un tempo. Tutto questo è possibile soprattutto alla forza motrice che riesce a imprimere la Polisportiva Pedalino che riesce a coinvolgere tutti e anche imprenditori che sponsorizzano la manifestazione e altresì istituzioni come la Regione Siciliana e la Presidenza dell’Ars e la Presidenza del Consiglio comunale di Comiso e il Libero Consorzio di Ragusa”.

Salvatore Barone e Gaetano Scollo hanno ringraziato l’Amministrazione comunale e gli altri enti istituzionali per il concreto contributo dato alla Sagra. “È un evento che non è solo di Pedalino bensì appartiene a tutti – ha rilevato Barone -. Abbiamo visitatori che arrivano anche da fuori provincia che trovano a Pedalino una accoglienza calda e generosa come in una grande famiglia”. “Siamo alla trentaquattresima edizione, vuol dire che abbiamo costruito nel tempo qualcosa di solido – ha continuato Scollo -. Siamo stati due anni fermi, ma siamo ripartita con più slancio ed entusiasmo di prima. La Sagra è anche un evento sociale, per questo quest’anno abbiamo chiesto e ottenuto anche il patrocinio dell’Avis Comiso e della nostra parrocchia ed è bello vedere ragazzi e adulti che lavorano insieme per lo stesso obiettivo”.

Infine, il deputato regionale Assenza ha posto l’accento sul fatto che “la Sagra di Pedalino si è così radicata nel tempo e ha maturata una sua intrinseca valenza culturale che merita l’attenzione delle istituzioni regionali. È un vero piacere esservi coinvolti – ha concluso Assenza -, è una rievocazione della nostra civiltà contadina ed è ammirevole l’entusiasmo e la capacità degli organizzatori”.

Si inizierà venerdì 30 settembre p.v. alle 21.00 con lo spettacolo musicale “Festa ‘a ballu” coi Faciti Rota, per proseguire sabato 1 ottobre con l’inaugurazione alle 19.00 della Sagra della Vendemmia. Dopo i saluti istituzionali delle autorità presenti, alle ore 20.00 presso l’area stand, aprirà i battenti la “Festa del dolce”, la degustazione de “Cuddureddi e Mustata” e dei panini con la salsiccia. Alle 21.00, in piazza Gramsci, ancora musica, questa volta con i Good Time, a seguire, intorno alle 23.30, Dj set con Peppe Maugeri Dj e Peppa Fazzina voice.

Gran finale domenica 2 ottobre con il Festival del Folclore a partire dalle 9.30 con sfilata nei costumi contadini tradizionali e i carretti siciliani, alle 11.30 seguirà la in piazza Gramsci la benedizione dell’uva e poi l’esibizione dei gruppi folk “Augusta Folk” e “I picciuotti ro balletto della Sagra di Pedalino” diretto da Franco Giummarra. Alle 12.30 è in programma l’irrinunciabile “pranzo all’aia”. A partire dalle 16.00, presso l’area stand, continuerà la degustazione di “Cuddureddi e Mustata”, alle 17.00 ci sarà la Pigiatura dell’uva e “a rata o cuonzu”, alle 19.30 la degustazione dei panini con la salsiccia e con l’intrattenimento musicale a cura di “Musica e Magia” di Damiano Scollo. 

Alle 20.30, in piazza Gramsci, altro spettacolo musicale con gli Arena 70/80/90 e poi, alle 21.30, chiusura col botto col concerto di Deborah Iurato.

Evento collaterale alla Sagra della Vendemmia sarà lo Show 4X4 Sahara Club 4X4 Ragusa, domenica 2 ottobre con inizio alle 14.30, presso l’Area stand.